Austria,  geografia,  vino,  viticoltura

La vitivinicoltura austriaca: un mondo di qualità e diversità

L’Austria è un paese noto per la sua ricca cultura, la sua bellezza naturale e la sua tradizione musicale. Ma forse non tutti sanno che l’Austria è anche una terra di vini di grande qualità e varietà, che esprimono al meglio il carattere e il terroir delle diverse regioni vinicole. In questo articolo, vi faremo scoprire il fascino e la ricchezza della vitivinicoltura austriaca, descrivendo il clima, le varietà di vite coltivate, le zone di produzione e i vini più rappresentativi di ciascuna regione. Vi daremo anche alcuni consigli su come visitare le regioni vinicole austriache, sfruttando i migliori tour del vino o i festival enogastronomici da non perdere.

Il clima dell’Austria

L’Austria ha un clima temperato-continentale (nelle pianure orientali) e alpino (nelle zone montuose), con variazioni significative di temperatura e precipitazioni a seconda delle stagioni e delle aree geografiche. In generale, il clima austriaco è caratterizzato da estati calde e inverni freddi, con una media annua di circa 9°C. Le regioni vinicole si trovano principalmente nella parte orientale del paese, dove il clima è più mite e influenzato dal Danubio e dai laghi termali. Qui le temperature medie annue sono tra i 10°C e i 12°C, con escursioni termiche moderate tra giorno e notte. Le precipitazioni sono abbondanti in primavera e autunno, mentre in estate sono più scarse e concentrate in brevi temporali. L’umidità relativa è piuttosto alta, favorendo la formazione della botrite (muffa nobile) che dà origine ai famosi vini dolci austriaci. Un fattore climatico importante per la vitivinicoltura austriaca è il Föhn, un vento caldo e secco che soffia da sud verso nord, mitigando le temperature invernali e favorendo la maturazione delle uve.

Le varietà di vite coltivate in Austria

L’Austria ha un patrimonio viticolo molto ricco e diversificato, con circa 35 varietà di vite coltivate, di cui 22 a bacca bianca e 13 a bacca rossa. Le varietà più diffuse sono il Grüner Veltliner (29% della superficie vitata), il Zweigelt (14%), il Welschriesling (8%), il Blaufränkisch (7%) e il Müller-Thurgau (6%). Il Grüner Veltliner è il vitigno autoctono più famoso e rappresentativo dell’Austria, capace di dare vini bianchi secchi, aromatici, minerali e speziati, con una buona acidità e una lunga longevità. Il Zweigelt è un incrocio tra Blaufränkisch e St. Laurent, creato nel 1922 dal professor Zweigelt. È il vitigno a bacca rossa più coltivato in Austria, dando vini rossi fruttati, morbidi, speziati e versatili. Il Welschriesling non ha nulla a che vedere con il Riesling renano, ma è una varietà antica di origine incerta, forse proveniente dalla Transilvania. È usata sia per produrre vini bianchi secchi e freschi, sia per i rinomati vini dolci da botrite. Il Blaufränkisch è un altro vitigno autoctono austriaco, che dà vini rossi eleganti, strutturati, tannici e profumati, con note di frutti rossi, pepe nero e liquirizia. Il Müller-Thurgau è un incrocio tra Riesling renano e Madeleine Royale, creato nel 1882 dal professor Müller di Thurgau. È un vitigno precoce e produttivo, che dà vini bianchi leggeri, floreali e fruttati.

Oltre a queste varietà principali, in Austria si coltivano anche altre uve autoctone o internazionali, come il Riesling renano, il Sauvignon Blanc, lo Chardonnay, il Pinot Bianco, il Pinot Grigio, il Traminer Aromatico, il Muskateller, il St. Laurent, il Pinot Nero, il Blauburger, il Merlot e il Cabernet Sauvignon.

Le regioni vinicole austriache

L’Austria è suddivisa in quattro macro-regioni vinicole: la Bassa Austria (Niederösterreich), il Burgenland, la Stiria (Steiermark) e Vienna (Wien). Queste a loro volta si articolano in 16 zone vinicole e 52 distretti vinicoli. Ogni regione ha le sue caratteristiche geografiche, climatiche e culturali che si riflettono nei vini prodotti.

La Bassa Austria

La Bassa Austria è la regione vinicola più estesa e importante dell’Austria, con circa 28.000 ettari di vigneti e otto zone vinicole. Si trova nella parte nord-orientale del paese, lungo il corso del Danubio e ai piedi delle Alpi. Il clima è continentale, con influenze pannoniche e atlantiche. I terreni sono molto variabili, da quelli calcarei a quelli argillosi, da quelli sabbiosi a quelli vulcanici. La Bassa Austria è famosa per i suoi vini bianchi secchi e corposi, ma produce anche vini rossi di qualità e vini dolci da botrite.

Le zone vinicole della Bassa Austria sono:

  • Wachau: è la zona più prestigiosa e pittoresca della Bassa Austria, situata lungo il Danubio tra le città di Melk e Krems. È Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO per i suoi paesaggi terrazzati, i suoi castelli e i suoi monasteri. Il clima è continentale, con escursioni termiche notevoli tra giorno e notte. I terreni sono prevalentemente rocciosi e calcarei. La Wachau produce vini bianchi di grande personalità ed eleganza, soprattutto da Grüner Veltliner e Riesling renano. I vini della Wachau hanno tre categorie di qualità in base al grado zuccherino delle uve: Steinfeder (fino a 11,5% di alcol), Federspiel (da 11,5% a 12,5% di alcol) e Smaragd (oltre 12,5% di alcol). I vini Steinfeder sono i più leggeri e freschi, con note floreali e fruttate. I vini Federspiel sono più corposi e complessi, con note minerali e speziate. I vini Smaragd sono i più ricchi e strutturati, con note di miele, albicocca e mandorla. I vini della Wachau si abbinano bene con piatti di pesce, carne bianca, formaggi stagionati e dessert.
  • Kremstal: è la zona che circonda la città di Krems, lungo il Danubio. Il clima è continentale-pannonico, con influenze del vento caldo del Föhn. I terreni sono calcarei e argillosi. Il Kremstal produce vini bianchi simili a quelli della Wachau, ma più morbidi e rotondi. Le varietà principali sono il Grüner Veltliner e il Riesling renano. I vini del Kremstal hanno tre categorie di qualità: Kremstal DAC (vini secchi da Grüner Veltliner o Riesling renano), Kremstal DAC Reserve (vini secchi da Grüner Veltliner o Riesling renano con almeno 13% di alcol) e Prädikatswein (vini dolci da varie uve). I vini del Kremstal si abbinano bene con piatti di pesce, carne bianca, verdure e formaggi freschi.
  • Kamptal: è la zona che si estende lungo il fiume Kamp, un affluente del Danubio. Il clima è continentale-pannonico, con escursioni termiche notevoli tra giorno e notte. I terreni sono calcarei e argillosi. Il Kamptal produce vini bianchi aromatici e minerali, soprattutto da Grüner Veltliner e Riesling renano. I vini hanno tre categorie di qualità: Kamptal DAC (vini secchi da Grüner Veltliner o Riesling renano), Kamptal DAC Reserve (vini secchi da Grüner Veltliner o Riesling renano con almeno 13% di alcol) e Prädikatswein (vini dolci da varie uve). I vini del Kamptal si abbinano bene con piatti di pesce, carne bianca, asparagi e formaggi stagionati.
  • Traisental: è la zona più piccola e giovane della Bassa Austria, situata a sud di Krems. Il clima è continentale-pannonico, con influenze del vento caldo del Föhn. I terreni sono calcarei e sabbiosi. Il Traisental produce vini bianchi fruttati e speziati, soprattutto da Grüner Veltliner e Riesling renano. I vini hanno due categorie di qualità: Traisental DAC (vini secchi da Grüner Veltliner o Riesling renano) e Traisental DAC Reserve (vini secchi da Grüner Veltliner o Riesling renano con almeno 13% di alcol). I vini del Traisental si abbinano bene con piatti di pesce, carne bianca, insalate e formaggi freschi.
  • Weinviertel: è la zona più vasta e popolosa della Bassa Austria, situata a nord-est di Vienna. Il clima è continentale-pannonico, con inverni freddi ed estati calde. I terreni sono prevalentemente argillosi e loessici. Il Weinviertel produce vini bianchi secchi e aromatici, soprattutto da Grüner Veltliner. I vini del Weinviertel hanno una categoria di qualità: Weinviertel DAC (vini secchi da Grüner Veltliner con note di pepe bianco). I vini del Weinviertel si abbinano bene con piatti di carne, salumi, formaggi e verdure.
  • Carnuntum: è la zona che si trova tra il Danubio e il lago di Neusiedl, a sud-est di Vienna. Il clima è continentale-pannonico, con influenze mediterranee. I terreni sono sabbiosi, ghiaiosi e calcarei. Il Carnuntum produce vini rossi fruttati e speziati, soprattutto da Zweigelt, Blaufränkisch e Cabernet Sauvignon. I vini del Carnuntum hanno una categoria di qualità: Carnuntum DAC (vini rossi secchi da Zweigelt o Blaufränkisch o una loro miscela). I vini del Carnuntum si abbinano bene con piatti di carne rossa, selvaggina, funghi e formaggi stagionati.
  • Thermenregion: è la zona che si estende a sud di Vienna, lungo le colline termali. Il clima è continentale-pannonico, con influenze mediterranee. I terreni sono calcarei e vulcanici. La Thermenregion produce vini bianchi profumati e delicati, soprattutto da due varietà autoctone: il Zierfandler e il Rotgipfler. Queste due uve sono spesso miscelate insieme per dare il cosiddetto Spätrot-Rotgipfler, un vino bianco secco o dolce con note di fiori, frutta esotica e miele. La Thermenregion produce anche vini rossi eleganti e fini, soprattutto da Pinot Nero e St. Laurent. I vini della Thermenregion si abbinano bene con piatti di pesce, carne bianca, dessert e formaggi erborinati.
  • Wagram: è la zona che si trova a nord-ovest di Vienna, lungo la riva destra del Danubio. Il clima è continentale-pannonico, con escursioni termiche moderate tra giorno e notte. I terreni sono loessici e argillosi. Il Wagram produce vini bianchi corposi e complessi, soprattutto da Grüner Veltliner. I vini hanno due categorie di qualità: Wagram DAC (vini secchi da Grüner Veltliner) e Wagram DAC Reserve (vini secchi da Grüner Veltliner con almeno 13% di alcol). I vini del Wagram si abbinano bene con piatti di carne, formaggi, verdure e zuppe.
  • Wien: è la zona che comprende la città di Vienna e i suoi dintorni. Il clima è continentale-pannonico, con influenze urbane. I terreni sono variabili, da quelli sabbiosi a quelli argillosi, da quelli calcarei a quelli vulcanici. Wien produce vini bianchi e rossi di varia qualità e tipologia, spesso miscelando diverse uve insieme. Il vino più tipico di Wien è il Wiener Gemischter Satz, un vino bianco secco prodotto da almeno tre varietà di uve coltivate e vinificate insieme. Il Wiener Gemischter Satz ha una categoria di qualità: Wiener Gemischter Satz DAC (vino bianco secco con note floreali e fruttate). I vini di Wien si abbinano bene con la cucina tipica viennese, come il Wiener Schnitzel, il Tafelspitz, il Gulasch e le torte.

Il Burgenland

Il Burgenland è la regione vinicola più orientale e meridionale dell’Austria, con circa 13.000 ettari di vigneti e quattro zone vinicole. Si trova lungo il confine con l’Ungheria e il lago di Neusiedl. Il clima è continentale-pannonico, con inverni freddi ed estati calde e secche. I terreni sono sabbiosi, argillosi e calcarei. Il Burgenland è famoso per i suoi vini rossi intensi e strutturati, ma produce anche vini bianchi di qualità e vini dolci da botrite.

Le zone vinicole del Burgenland sono:

  • Neusiedlersee: è la zona che circonda il lago di Neusiedl, il più grande lago dell’Austria. Il clima è continentale-pannonico, con influenze lacustri. I terreni sono sabbiosi e argillosi. Il Neusiedlersee produce vini rossi fruttati e morbidi, soprattutto da Zweigelt, Blaufränkisch e Merlot. I vini hanno una categoria di qualità: Neusiedlersee DAC (vini rossi secchi da Zweigelt o una sua miscela). Il Neusiedlersee produce anche vini bianchi secchi o dolci, soprattutto da Welschriesling, Chardonnay e Muskateller. I vini dolci sono spesso prodotti da uve affette da botrite, grazie all’umidità del lago. I vini del Neusiedlersee si abbinano bene con piatti di carne rossa, selvaggina, formaggi stagionati e dessert.
  • Leithaberg: è la zona che si trova a ovest del lago di Neusiedl, lungo le colline del Leithagebirge. Il clima è continentale-pannonico, con influenze alpine. I terreni sono calcarei e scistosi. Il Leithaberg produce vini bianchi minerali e complessi, soprattutto da Grüner Veltliner, Pinot Bianco, Chardonnay e Neuburger. I vini hanno una categoria di qualità: Leithaberg DAC (vini bianchi o rossi secchi da varie uve). Si producono anche vini rossi eleganti e fini, soprattutto da Blaufränkisch, Pinot Nero e St. Laurent. I vini del Leithaberg si abbinano bene con piatti di pesce, carne bianca, funghi e formaggi erborinati.
  • Mittelburgenland: è la zona che si trova a nord del lago di Neusiedl, lungo le colline del Blaufränkischland. Il clima è continentale-pannonico, con inverni freddi ed estati calde e secche. I terreni sono argillosi e calcarei. Il Mittelburgenland produce vini rossi intensi e strutturati, soprattutto da Blaufränkisch. I vini di questa zona hanno una categoria di qualità: Mittelburgenland DAC (vini rossi secchi da Blaufränkisch). Qui si producono anche vini bianchi secchi o dolci, soprattutto da Welschriesling, Chardonnay e Muskateller. I vini del Mittelburgenland si abbinano bene con piatti di carne rossa, stufati, formaggi piccanti e cioccolato.
  • Eisenberg: è la zona che si trova a sud del lago di Neusiedl, lungo il confine con l’Ungheria. Il clima è continentale-pannonico, con inverni freddi ed estati calde e secche. I terreni sono scistosi e ferrosi. L’Eisenberg produce vini rossi eleganti e minerali, soprattutto da Blaufränkisch. I vini hanno una categoria di qualità: Eisenberg DAC (vini rossi secchi da Blaufränkisch). Si producono anche vini bianchi secchi o dolci, soprattutto da Welschriesling, Sauvignon Blanc e Muskateller. I vini dell’Eisenberg si abbinano bene con piatti di pesce, carne bianca, verdure e formaggi freschi.

La Stiria

La Stiria è la regione vinicola più meridionale e occidentale dell’Austria, con circa 4.000 ettari di vigneti e tre zone vinicole. Si trova lungo il confine con la Slovenia e la Croazia. Il clima è continentale-alpino, con influenze mediterranee. I terreni sono calcarei e vulcanici. La Stiria produce vini bianchi freschi e fruttati, ma anche vini rossi di qualità e vini dolci da botrite.

Le zone vinicole della Stiria sono:

  • Südsteiermark: è la zona più grande e famosa della Stiria, situata a sud di Graz. Il clima è continentale-alpino, con influenze mediterranee. I terreni sono calcarei e vulcanici. La Südsteiermark produce vini bianchi freschi e fruttati, soprattutto da Sauvignon Blanc, Welschriesling, Pinot Bianco e Muskateller. I vini hanno una categoria di qualità: Südsteiermark DAC (vini bianchi secchi da varie uve). La Südsteiermark produce anche vini rossi leggeri e speziati, soprattutto da Zweigelt, Blauer Wildbacher e Pinot Nero. I vini della Südsteiermark si abbinano bene con piatti di pesce, carne bianca, insalate e formaggi freschi.
  • Vulkanland Steiermark: è la zona che si trova a est di Graz, lungo le colline vulcaniche. Il clima è continentale-alpino, con influenze pannoniche. I terreni sono vulcanici e argillosi. Il Vulkanland Steiermark produce vini bianchi corposi e aromatici, soprattutto da Traminer Aromatico, Pinot Grigio, Chardonnay e Morillon (nome locale del Chardonnay). I vini hanno una categoria di qualità: Vulkanland Steiermark DAC (vini bianchi secchi da varie uve). Il Vulkanland Steiermark produce anche vini rossi fruttati e morbidi, soprattutto da Zweigelt, Blaufränkisch e St. Laurent. I vini si abbinano bene con piatti di carne rossa, selvaggina, funghi e formaggi stagionati.
  • Weststeiermark: è la zona che si trova a ovest di Graz, lungo le colline boschive. Il clima è continentale-alpino, con influenze atlantiche. I terreni sono calcarei e sabbiosi. La Weststeiermark produce vini rossi leggeri e aciduli, soprattutto da Blauer Wildbacher. Il vino più tipico della Weststeiermark è lo Schilcher, un vino rosato secco prodotto da Blauer Wildbacher con note di ribes rosso, lampone e pepe rosa. Lo Schilcher ha una categoria di qualità: Weststeiermark DAC (vino rosato secco da Blauer Wildbacher). La Weststeiermark produce anche vini bianchi secchi o dolci, soprattutto da Welschriesling, Sauvignon Blanc e Muskateller. I vini della Weststeiermark si abbinano bene con piatti di carne, salumi, formaggi e frutta.

Vienna

Vienna è la capitale dell’Austria e una delle poche città al mondo ad avere una propria regione vinicola. Con circa 700 ettari di vigneti, Vienna produce vini bianchi e rossi di varia qualità e tipologia, spesso miscelando diverse uve insieme. Il vino più tipico di Vienna è il Wiener Gemischter Satz, un vino bianco secco prodotto da almeno tre varietà di uve coltivate e vinificate insieme. Il Wiener Gemischter Satz ha una categoria di qualità: Wiener Gemischter Satz DAC (vino bianco secco con note floreali e fruttate). I vini di Vienna si abbinano bene con la cucina tipica viennese, come il Wiener Schnitzel, il Tafelspitz, il Gulasch e le torte.

Come visitare le regioni vinicole austriache

L’Austria offre molte opportunità per visitare le sue regioni vinicole e degustare i suoi vini. Esistono diversi tour del vino organizzati da agenzie specializzate o da associazioni di produttori, che permettono di scoprire le cantine, i vigneti e i paesaggi delle diverse zone. Alcuni esempi di tour del vino sono:

  • Wachau Wine Tour: un tour di un giorno che parte da Vienna e visita la Wachau, la zona vinicola più bella e famosa della Bassa Austria. Il tour include la visita di due cantine storiche, la degustazione di sei vini della Wachau, il pranzo in un ristorante tipico e la visita del castello di Dürnstein e del monastero di Melk.
  • Burgenland Wine Tour: un tour di un giorno che parte da Vienna e visita il Burgenland, la regione vinicola più orientale dell’Austria. Il tour include la visita di tre cantine famose per i loro vini rossi e dolci, la degustazione di dieci vini del Burgenland, il pranzo in un ristorante tipico e la visita del castello di Esterházy e del villaggio di Rust.
  • Styrian Wine Tour: un tour di due giorni che parte da Graz e visita la Stiria, la regione vinicola più meridionale dell’Austria. Il tour include la visita di quattro cantine rappresentative delle diverse zone vinicole della Stiria, la degustazione di dodici vini stiriani, il pernottamento in un hotel a quattro stelle, il pranzo e la cena in ristoranti tipici e la visita della città di Graz e dei suoi dintorni.

Oltre ai tour del vino, l’Austria offre anche diversi festival enogastronomici che celebrano i suoi vini e la sua cucina. Alcuni esempi di festival enogastronomici sono:

  • Wiener Weinwandertag: è un evento annuale che si svolge a fine settembre o inizio ottobre a Vienna. Consiste in tre percorsi escursionistici tra i vigneti della città, con possibilità di degustare i vini locali e i piatti tipici nelle cantine aperte al pubblico.
  • Weinherbst Niederösterreich: è un evento annuale che si svolge tra settembre e novembre nella Bassa Austria. Consiste in una serie di eventi legati al vino, come degustazioni, mostre, concerti, mercatini e feste popolari nelle diverse zone vinicole della regione.
  • Steirischer Weinfrühling: è un evento annuale che si svolge a maggio nella Stiria. Consiste in una serie di eventi legati al vino, come degustazioni, visite guidate, seminari, concerti e feste popolari nelle diverse zone vinicole della regione.

Alcuni dati statistici sui vini austriaci

L’Austria è un paese produttore di vino da secoli, ma ha raggiunto una notorietà internazionale solo negli ultimi decenni, grazie alla qualità e alla diversità dei suoi vini. Secondo i dati dell’Organizzazione Internazionale della Vite e del Vino (OIV), l’Austria ha prodotto nel 2020 circa 2,5 milioni di ettolitri di vino, occupando il 18° posto tra i paesi produttori di vino nel mondo. La superficie vitata dell’Austria è di circa 46.000 ettari, suddivisi in quattro macro-regioni vinicole, 16 zone vinicole e 52 distretti vinicoli. La maggior parte dei vigneti si trova nella parte orientale del paese, dove il clima è più favorevole alla viticoltura. L’Austria produce principalmente vini secchi, ma anche vini dolci da uve affette da botrite, che sono tra i più apprezzati al mondo. Ha un sistema di classificazione dei vini basato sul grado zuccherino delle uve e sulle denominazioni geografiche. I vini austriaci possono essere divisi in due categorie principali: Tafelwein (vino da tavola) e Qualitätswein (vino di qualità). Il Tafelwein è il vino più semplice e meno controllato, che può provenire da qualsiasi zona del paese. Il Qualitätswein è il vino più prestigioso e regolamentato, che deve provenire da una delle 16 zone vinicole riconosciute. Il Qualitätswein si divide a sua volta in due sottocategorie: Prädikatswein (vino con predicato) e DAC (Districtus Austriae Controllatus). Il Prädikatswein è il vino prodotto da uve con un elevato grado zuccherino, che non può essere aumentato artificialmente. Il Prädikatswein ha sei livelli di qualità in base al grado zuccherino delle uve: Kabinett, Spätlese, Auslese, Beerenauslese, Eiswein e Trockenbeerenauslese. Il DAC è il vino prodotto da uve tipiche di una determinata zona vinicola, che deve rispettare dei criteri specifici di qualità e di stile, e prevede due livelli di qualità: DAC e DAC Reserve.

I vini austriaci sono apprezzati sia a livello nazionale che internazionale, grazie alla loro qualità e alla loro diversità. Secondo i dati dell’Istituto Austriaco del Vino (AWI), l’Austria ha esportato nel 2020 circa 63 milioni di litri di vino, per un valore di circa 185 milioni di euro. I principali paesi importatori di vino austriaco sono la Germania (36%), la Svizzera (15%), gli Stati Uniti (9%), i Paesi Bassi (7%) e la Svezia (5%). I vini austriaci hanno ricevuto numerosi riconoscimenti e premi in concorsi internazionali, come il Decanter World Wine Awards, l’International Wine Challenge e il Mundus Vini. Alcuni esempi di vini austriaci premiati sono:

  • Riesling Smaragd Singerriedel 2019 della cantina Domäne Wachau, vincitore della medaglia d’oro al Decanter World Wine Awards 2020. Si tratta di un vino bianco secco prodotto nella zona della Wachau, dalla varietà Riesling renano. Ha un colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, un profumo intenso e complesso di frutta matura, fiori e minerali, un sapore fresco, elegante e persistente, con note di pesca, albicocca, miele e pietra focaia. Si abbina bene con piatti di pesce, carne bianca, formaggi stagionati e dessert.
  • Blaufränkisch Leithaberg DAC Reserve 2017 della cantina Weingut Heinrich, vincitore della medaglia d’oro all’International Wine Challenge 2020. Si tratta di un vino rosso secco prodotto nella zona del Leithaberg, dalla varietà Blaufränkisch. Ha un colore rosso rubino con riflessi violacei, un profumo intenso e speziato di frutti rossi, pepe nero e liquirizia, un sapore pieno, strutturato e armonico, con tannini morbidi e una lunga persistenza. Si abbina bene con piatti di carne rossa, selvaggina, funghi e formaggi stagionati.
  • Trockenbeerenauslese Welschriesling 2018 della cantina Kracher, vincitore della medaglia d’oro al Mundus Vini 2020. Si tratta di un vino bianco dolce prodotto nella zona del Neusiedlersee, dalla varietà Welschriesling. Ha un colore giallo dorato con riflessi ambrati, un profumo intenso e complesso di frutta secca, marmellata, miele e caramello, un sapore dolce, ricco e equilibrato, con note di albicocca, ananas, vaniglia e zafferano. Si abbina bene con dessert, formaggi erborinati e foie gras.

Come si può vedere, l’Austria è un paese che ha molto da offrire agli amanti del vino. Se volete approfondire la conoscenza dei vini austriaci, vi consigliamo di visitare il sito ufficiale dell’Istituto Austriaco del Vino (AWI), dove potrete trovare informazioni dettagliate sulle regioni vinicole, le varietà di vite, le denominazioni di origine, i produttori e gli eventi legati al vino. Inoltre, potrete consultare il sito ufficiale del turismo austriaco (Austria.info), dove potrete trovare informazioni utili su come organizzare il vostro viaggio in Austria, tra cui le migliori offerte di alloggio, trasporto, ristorazione e attività.

Se invece vuoi lasciare un commento o descrivere una tua esperienza con uno dei vini austriaci, usa il form in fondo alla pagina, sotto all’articolo e sarò lieto di leggerti.

Ed infine grazie per avermi letto. Cin cin!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *